Lo specialista Otorinolaringoiatra si occupa di tutte le malattie della testa e del collo. Si tratta di uno spettro molto ampio di patologie, che interessa pazienti di tutte le età, dai neonati agli anziani. Si rivolgono all’Otorinolaringoiatra pazienti che hanno disturbi dell’udito, dell’equilibrio, della respirazione nasale, della bocca e della gola, della voce, del sonno, e molto altro ancora.

Nello specifico, l’Otorinolaringoiatra si occupa di:

  • Patologie dell’orecchio

L’orecchio può soffrire di numerose patologie, dal semplice tappo di cerume, alle infezioni (come l’otite esterna o l’otite media), alle malattie che provocano ipoacusia, come l’otosclerosi, la sordità improvvisa o la presbiacusia, agli acufeni. Alcune di queste, come le infezioni e la sordità improvvisa, necessitano di un trattamento urgente. L’udito è molto importante per la nostra vita quotidiana e un deficit uditivo influisce negativamente sui rapporti sociali e sul benessere del paziente: un trattamento adeguato risulta pertanto fondamentale.

  • Patologie dell’equilibrio

L’equilibrio ci permette di rapportarci in maniera corretta con l’ambiente circostante. Numerosi organi contribuiscono al senso dell’equilibrio, ma l’organo più importante è il vestibolo, situato nell’orecchio interno, deputato esclusivamente al mantenimento dell’equilibrio. La vertigine, ovvero l’alterazione dell’equilibrio, è percepita dal paziente come un sintomo molto invalidante. La causa della vertigine però può risiedere o meno nel vestibolo: l’Otorinolaringoiatra è generalmente il primo Specialista chiamato in causa in caso di vertigine, e il suo ruolo è innanzitutto quello di definirne l’origine, e qualora derivi dal vestibolo di impostare un trattamento. I disturbi dell’equilibrio che originano dal vestibolo sono la canalolitiasi o cupololitiasi, la malattia di Ménière, la neurite vestibolare (comunemente chiamata labirintite) e molti altri. Una ulteriore frequente causa di vertigine è l’emicrania, che viene trattata dall’Otorinolaringoiatra insieme con il Neurologo.

  • Patologie del naso e dei seni paranasali

L’ostruzione respiratoria nasale è una patologia molto comune, può essere dovuta alla ipertrofia dei turbinati, alla deviazione del setto nasale, alla sinusite acuta o cronica, alla poliposi nasale. L’Otorinolaringoiatra, a seconda dei casi, prescriverà un trattamento medico o un intervento chirurgico. Altra patologia molto frequente è l’epistassi, ovvero il sanguinamento ricorrente dal naso, che nei casi più severi va trattato in ospedale. Infine, l’Otorinolaringoiatra si occupa anche della correzione estetica del naso, mediante intervento di rinoplastica.

 

  • Patologie della bocca e della gola

Tutti abbiamo sofferto in qualche occasione di mal di gola. L’Otorinolaringoiatra tratta il mal di gola, riconoscendone la causa e impostando la corretta strategia terapeutica per disturbi più o meno comuni, come la faringite, la tonsillite, l’ascesso tonsillare, ecc. In generale, l’Otorinolaringoiatra si occupa del trattamento di tutti i disturbi della bocca e della gola.

  • Patologie della laringe

Il calo della voce colpisce buona parte della popolazione, specie durante la stagione invernale. Un semplice calo della voce non necessita di una visita Otorinolaringoiatrica, ma se il disturbo persiste per più di due settimane è necessario un controllo. Sono molte le malattie della laringe e delle corde vocali trattate dall’Otorinolaringoiatra, come i noduli e i polipi delle corde vocali, l’edema di Reinke, le leucoplachie e le eritroplachie delle corde vocali. Anche il reflusso gastroesofageo può provocare disturbi della laringe, come la sensazione di un corpo estraneo faringeo e la necessità di schiarire spesso la voce, in quanto anche minime quantità di acido che arrivano dallo stomaco possono provocare irritazione delle mucose della laringe, molto sensibili e delicate. L’Otorinolaringoiatra cura le malattie della laringe, se necessario anche con interventi chirurgici.

  • Patologie ORL tipiche dell’età pediatrica

I disturbi della sfera ORL sono molto frequenti in età pediatrica. I bambini spesso soffrono di otiti, tonsilliti, adenoiditi, ipertrofia delle tonsille e delle adenoidi, ecc. La visita Otorinolaringoiatrica consente di individuare quei casi in cui il bambino va candidato ad intervento di adenoidectomia o adenotonsillectomia, le cui indicazioni al giorno d’oggi vengono date in maniera ben precisa. Da non sottovalutare inoltre la possibilità di deficit dell’udito anche in età pediatrica, che necessita di una gestione pronta e competente.

  • Patologie oncologiche del distretto Testa-Collo

I tumori maligni del distretto testa-collo sono rari, ma troppo spesso tendono ad essere sottovalutati dai pazienti. Sono associati in particolar modo all’abitudine al fumo e all’alcol. Il tumore più frequente è il carcinoma della laringe, che può manifestarsi o meno con l’alterazione della voce. Negli ultimi anni però, il carcinoma della tonsilla sta diventando sempre più frequente, anche in pazienti giovani e non fumatori, dovuto all’infezione del papillomavirus. Meno frequenti ma altrettanto insidiosi sono i tumori della bocca, del naso, della rinofaringe, della ipofaringe, delle ghiandole salivari, della cute della testa e del collo. L’Otorinolaringoiatra è chiamato alla gestione dei tumori della testa e del collo, che spesso può essere complessa e può necessitare di un approccio multidisciplinare.

  • Patologie delle ghiandole salivari

Le ghiandole salivari maggiori sono le parotidi, le sottomandibolari e le sottolinguali. Possono essere colpite da infezioni (dette “scialoadeniti”), da coliche salivari (scialolitiasi), da malattie autoimmuni e altro, compresi tumori benigni e maligni. Le malattie delle ghiandole salivari vengono trattate dall’Otorinolaringoiatra sia dal punto di vista medico che chirurgico.

  • Patologie della tiroide

Il nodulo tiroideo è molto comune, e l’Otorinolaringoiatra, in collaborazione con l’Endocrinologo, si occupa delle malattie della tiroide, e in particolare formula l’indicazione chirurgica e pratica l’intervento di tiroidectomia, quando indicato.

  • Disturbi del sonno

È importante distinguere tra il semplice russamento e la sindrome delle apnee notturne. Le apnee notturne, oltre a disgregare il sonno e provocare stanchezza, sonnolenza e difficoltà di concentrazione durante il giorno, possono causare complicanze a carico del sistema cardiovascolare, a cominciare dall’aumento della pressione arteriosa. La gestione dei disturbi del sonno prevede la collaborazione tra l’Otorinolaringoiatra, lo Pneumologo e il Neurologo. Lo Specialista Otorinolaringoiatra indirizza il paziente nel percorso diagnostico e terapeutico, suggerendo ove necessario anche interventi chirurgici correttivi.

  • Disturbi della deglutizione

Deglutire è un gesto naturale e apparentemente banale, ma in realtà prevede il perfetto funzionamento e la perfetta coordinazione di molti muscoli della bocca e della gola, di cui solo alcuni possono essere controllati volontariamente. I disturbi della deglutizione possono essere dovuti a numerose cause, e l’Otorinolaringoiatra collabora con altri Specialisti per la diagnosi ed il trattamento di questi disturbi.

Dr. Davide Di Santo

OTORINOLARINGOIATRA
Martedì:
Dalle 16,00 alle 20,00
profilo