Via Ferruccio Gilera, 110 - Arcore Ma-Ve 9:00-20:00 Sa 9:00-19:00 039 2280292

D.ssa Roberta Musso

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/05/radiologia-550x360.jpg

La Dott.ssa Roberta Musso si Laurea in medicina e Chirurgia nel 2011 con votazione 110/110 e lode presso l’Universita di Milano Bicocca.

Si specializza in Medicina Generale a pieni voti nel 2015 a Pavia e in Medicina Estetica nel 2019 presso la Scuola Superiore post-universitaria quadriennale di Medicina ad indirizzo Estetico Agorà di Milano S.M.I.E.M.

Partecipa annualmente ai principali congressi internazionali sulla Medicina Estetica e periodicamente a corsi ex vivo su preparati anatomici quindi è particolarmente aggiornata sulle nuove tecniche in ambito estetico ed anti-aging.

Esperta nell’armonizzazione volumetrica del viso e del corpo.

Trattamenti

Biorivitalizzazione cutanea

La biorivitalizzazione cutanea è una tecnica iniettiva di medicina estetica il cui scopo è il miglioramento del tono, della luminosità e della texture della cute di viso, collo e décolleté senza modificare volumi o rapporti anatomici.

La tecnica di rivitalizzazione prevede l’utilizzo di complessi di sostanze, generalmente a base di acido ialuronico libero (non cross-linkato) iniettati nel derma superficiale, che vanno a costituire dei micro depositi distanziati l’uno dall’altro di circa 1 centimetro.

La deposizione così descritta di acido ialuronico, complessi vitaminici, amminoacidi, polinucleotidi o altre sostanze ad azione trofica, comporta un’idratazione cutanea persistente nonché la stimolazione di tutti i componenti della matrice cellulare ed extra cellulare.

Bioristrutturazione Cutanea Profonda

La bioristrutturazione cutanea profonda è una tecnica iniettiva di medicina estetica il cui scopo è il miglioramento del tono, della luminosità e della texture della cute di viso, collo e décolleté senza modificare volumi o rapporti anatomici.

La tecnica prevede l’utilizzo di complessi di sostanze, generalmente a base di acido ialuronico libero (non cross-linkato), iniettati nel derma che vanno a costituire dei micro depositi distanziati l’uno dall’altro di circa 1 centimetro.

La deposizione così descritta di acido ialuronico, complessi vitaminici, amminoacidi, polinucleotidi o altre sostanze ad azione trofica, comporta un’idratazione cutanea profonda e persistente nonché la stimolazione di tutti i componenti della matrice cellulare ed extra cellulare.

Tra i dispositivi medici utilizzati dalla dott.ssa Musso c’è il nuovissimo Viscodermhydrobooster, il nuovo iniettivo a base di acido ialuronico stabilizzato in grado di offrire una duplice azione, unica nel mercato, composta dalla classica idratazione e bioristrutturazione tissutale, contestualmente ad un’azione meccanica di stretching degli inestetismi superficiali, denominata HYDROSTRETCHING.

Protocollo hydrobooster: 2 sedute a distanza di 60 giorni, da ripetere due volte l’anno. 

Per il bio-rimodellamento della lassità cutanea, la dott.ssa Musso propone Profhilo, un prodotto iniettabile con acido ialuronico biotecnologico ad alto grado di purezza, sviluppato e prodotto in Italia da IBSA, in collaborazione con la Seconda Università di Napoli. Profhilo si basa sulla tecnologia a complessi ibridi stabili di acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare. Tale tecnologia consente di ottenere concentrazioni di acido ialuronico inimmaginabili fino ad oggi: 64 mg di acido ialuronico in 2 ml.

Profhilo ha una duplice azione:

-Bio-rigenerante: la frazione a basso peso molecolare stimola i fibroblasti a produrre sostanze fondamentali quali collagene, elastina ed acido ialuronico endogeno

-Liftante e tensore: legato alla frazione ad alto peso molecolare che, facendo da sostegno (effetto scaffold) al derma, “rimpolpa” il viso e contrasta il cedimento cutaneo donando un leggero effetto lifting e rimodellando il viso.

Profhilo è un bio-rimodellante che consente di trattare in modo efficace le lassità cutanee dell’area mandibolare (area malare e sub malare) e di contrastare l’invecchiamento generale del viso, attraverso un bio-rimodellamento dei tessuti.

Profhilo non è un filler. Il suo fine non è quello di riempire le rughe ma di idratare, nutrire, dare luminosità e compattezza, donare un leggero effetto tensore. In sintesi ridensifica la pelle con un leggero effetto lifting e di sollevamento senza gli eccessi volumetrici tipici dei filler cross-linkati.

Ottimo prima e dopo l’esposizione solare estiva per nutrire la pelle danneggiata dai raggi solari.

Dermal Filler

filler sono uno strumento iniettivo costituito da acido ialuronico cross-linkato lentamente riassorbibile il cui scopo è il riempimento, il sostegno o l’implementazione di un’area anatomica specifica del viso o del corpo.

Lo scopo, come detto, consiste nel definire i contorni, aumentare i volumi o spianare le rughe del viso.

filler di acido ialuronico (dermal filler) sono sempre più diffusi in medicina estetica per riempire le rughe, i solchi, le piccole aree depresse e per l’aumento del volume delle labbra e degli zigomi, nonché per migliorare l’aspetto delle occhiaie e ridefinire il contorno dell’angolo mandibolare e la forma del mento.

trattamenti a base di dermal filler di acido ialuronico sono eseguitiattraverso iniezioni con aghi molto sottili.  I risultati sono immediati, ma non sono permanenti o definitivi nel tempo poiché tendono a scomparire dopo alcuni mesi dal momento che i filler in commercio e approvati in Italia sono tutti riassorbibili.

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali della pelle dell’uomo e conferisce resistenza e mantenimento della forma; con il passare del tempo la concentrazione di acido ialuronico nei tessuti tende a diminuire causando invecchiamento e indebolimento della pelle con la formazione di rughe ed inestetismi.

Fili di Biostimolazione Viso

Il trattamento con i fili di biostimolazione per il viso è un trattamento eseguibile in ambulatorio particolarmente indicato anche in soggetti giovani, donne e uomini che iniziano a sperimentare il comparire di rughe e tessuti rilassati. E’ pertanto un valida alternativa alla biorivitalizzazione iniettiva.

Il dispositivo medico alla base di questo trattamento è formato da un monofilamento o da microfili sottilissimi in polidiossanone, materiale già utilizzato in chirurgia in quanto privo di attività allergogena e allergizzante ed è completamente riassorbibile. Il trattamento di biostimolazione viso prevede l’innesto di fili (sottili e corti) che stimolano il collagene, senza modificare né i volumi né l’ovale del volto ma migliorandone la luminosità e la texture.
La procedura con i fili di biostimolazione non è per nulla invasiva e genera un ringiovanimento della cute e dei tessuti con un effetto tensore. Il risultato del trattamento con i fili di biostimolazione per il viso è naturale, progressivo e sempre più gradevole nel tempo migliorando, giorno dopo giorno, il viso, donandogli lucentezza, compattezza e tonicità. E’ una valida alternativa alla biorivitalizzazione tradizionalmente eseguita con l'acido ialuronico.

Tossina Botulinica (Ringiovanimento del viso e Iperidrosi)

Oggi il ringiovanimento del viso tende a ricercare una bellezza che consenta di mantenere un aspetto naturale, per riflettere la propria personalità e l’individualità della propria immagine. La Dott.ssa Musso, dopo un’attenta analisi della mimica del volto, personalizza ogni trattamento con tossina botulinica di tipo A per soddisfare le esigenze del singolo paziente.

La tossina botulinica viene iniettata tramite un sottilissimo ago all’interno dei muscoli mimici e ha come scopo la riduzione della motilità di questi ultimi al fine di ottenere una progressiva distensione cutanea e la riduzione delle rughe di espressione. Viene anche utilizzata per la correzione dell’eccessiva sudorazione sotto ascelle, mani e piedi (iperidrosi).

Gli effetti del trattamento con il botulino cominciano ad essere visibili dopo circa 5-7 giorni, cioè quando comincia il processo di rilassamento del muscolo. Viene sempre effettuato un controllo a 14 giorni. Dopo un mese si otterrà il massimo risultato che durerà per circa 6 mesi.

Peeling Chimico

Il peeling chimico eseguito dalla Dott.ssa Musso è un trattamento che serve ad accelerare il rinnovamento cellulare. L’applicazione di uno o più agenti chimici sulla pelle ne stimola infatti l’esfoliazione e la velocità di rigenerazione.

Alla fine del trattamento viene applicata una crema lenitiva e viene raccomandato al paziente di non esporsi ai raggi solari. E’ sconsigliato effettuare questo tipo di trattamento in primavera inoltrata o in estate.

Il peeling chimico è ideale per attenuare le rughe sottili e superficiali, l’acne e le macchie cutanee di varia origine. Dopo qualche giorno dalla seduta la pelle risulterà più giovane, chiara e luminosa.

PRX (biostimolazione senza aghi)

Nuovo trattamento non invasivo, senza aghi e indolore. Si tratta di un gel a base di acido tricloroacetico al 33% (TCA) combinato con perossido di idrogeno (H2O2) e con acido cogico al 5% che, applicato con un particolare massaggio, permette di ristrutturare i tessuti grazie all’azione dell’acido tricloroacetico che innesca nei fibroblasti e nel collagene un vero e proprio processo rigenerativo. È una valida alternativa alla biorivitalizzazione iniettiva.

La tecnica di applicazione sostituisce le iniezioni, si tratta di un massaggio profondo che il medico esercita, utilizzando guanti in nitrile, secondo le linee di tensione elastica dei tessuti. L’acido tricloroacetico (TCA) al 33% penetra nell’epidermide innescando il processo di rigenerazione cutanea, è un prodotto in grado di stimolare e levigare la pelle in profondità. La seduta ha una durata di circa 20/30 minuti dopo di che si può tornare immediatamente a svolgere le proprie attività quotidiane. Nei giorni successivi al trattamento potrebbe verificarsi una leggera esfoliazione superficiale. E’ consigliato sia alle donne che agli uomini di qualunque età.

risultati, sono visibili già dalla prima seduta, per un risultato più stabile nel tempo, è necessario ripetere le sedute ogni 2-3 settimane per almeno 4-6 volte. Il trattamento idrata a fondo e tonifica la pelle di viso, collo e décolleté, attenuando anche i segni del tempo (rughe, macchie e cicatrici). Le zone in cui trova maggiori indicazioni, oltre al viso nella sua totalità, sono il collo, dove spesso sono presenti quelle antiestetiche rughe circolari, e il décolleté che presenta maggiormente i segni dell’invecchiamento cutaneo, quali pieghe longitudinali, cute poco idratata, macchie scure e capillari dovute, spesso, ad una esposizione solare esagerata. Efficace anche sulla cute rilassata del seno. E’ un ottimo trattamento per l’acne in fase attiva, grazie alla presenza dell’acqua ossigenata che svolge un’azione antibatterica portando ad un netto miglioramento già dalla prima seduta. E’ un trattamento indolore e non invasivo, si può applicare anche d’estate poichè non è foto-sensibilizzante.

Plasma exeresi

E.A.S.T. è l’innovativo dispositivo medico al plasma per il trattamento degli inestetismi cutanei benigni e il ringiovanimento del volto. Il sistema utilizza una tecnologia avanzata dalla ridotta invasività.

Come funziona?
Vengono sublimati gli strati superficiali della cute retraendo le lassità cutanee ed eliminando le lesioni benigne. Il plasma stimola il collagene e le fibre elastiche migliorando la texture cutanea e donando un aspetto più giovane.

E.A.S.T. ha la possibilità di modulare tutte le impostazioni per essere adattato alla specifica lesione e fototipo. Grazie a una dispersione termica controllata, i tessuti circostanti sono interessati in maniera superselettiva, per cui il trattamento risulta poco doloroso e con tempi di recupero molto veloci.

Quali trattamenti si possono effettuare?
-Blefaroplastica non chirurgica
-Miglioramento delle rughe periorali (codice a barre) e delle rughe perioculari (zampe di gallina) e preauricolari
-Miglioramento della texture cutanea con la tecnica del plasmapeel
-Rimozione di lesioni benigne (xantelasmi, grani di miglio, siringomi, cheratosi seborroiche, angiomi rubino, verruche, fibromi penduli, nevi dermici) senza l’utilizzo di punti di sutura.

Sin dalla prima seduta si potrà notare un netto miglioramento della texture cutanea e delle lassità e una riduzione delle rughe e delle imperfezioni dovute all’invecchiamento.

Molti trattamenti dermatologici necessitano di una sola seduta per un risultato definitivo e straordinario.

I protocolli di trattamento possono essere personalizzati a seconda delle esigenze e dello stile di vita.

  • Tecnica precisa e sicura
  • Trattamenti veloci e poco dolorosi
  • Basso rischio di complicanze
  • Ottimi risultati estetici
  • Non lascia cicatrici
  • Ridotti tempi di recupero

 

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine1-300x200.jpg

Rimozione di fibromi penduli della palpebra superiore e fibroma pendulo verrucoso della tempia. Pre, post immediato e post a 30 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine2-300x200.jpg

Rimozione fibromi penduli della palpebra superiore. Pre e post a 15 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine3-300x200.jpg

Rimozione di fibroma pendulo tramite vaporizzazione del peduncolo. Pre e post immediato.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine4-300x200.jpg

Rimozione di numerose cheratosi seborroiche del viso. Pre e post a 30 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine5-300x200.jpg

Rimozione di nevo dermico del volto. Pre, post immediato e post a 45 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine6-300x200.png

Rimozione Xantelasmi, pre e post a 45 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine7-300x200.jpg

Applicazione della plasma exeresi sulle rughe pre-auricolari. Pre, post immediato e post a 30 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine7-300x200.jpg

Applicazione della plasma exeresi sulle rughe pre-auricolari. Pre, post immediato e post a 30 giorni.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine8-300x200.jpg

Rimozione di angiomi rubino. Pre, post immediato e post a 45 giorni.

Rimozione macchie cutanee

Lentigo solari e cheratosi senili vengono minimizzate ottimamente dalla tecnologia E.A.S.T.

Se la macchia è molto profonda, nei mesi successivi alcuni residui di melanina possono ritornare in superficie. Un secondo e ultimo passaggio con E.A.S.T. la eliminerà definitivamente. Il tempo di guarigione dipende molto dal fototipo del paziente che deve aver cura di seguire le indicazioni post trattamento, in questo modo si evita il rischio di recidiva della macchia che, invece, spesso si ripresenta con altre metodologie laser.

Blefaroplastica non chirurgica

Si può effettuare ambulatoriamente, il trattamento non necessita di anestesia, è sufficiente applicare prima una crema anestetica sulla parte di cute interessata che verrà vaporizzata istantaneamente senza sentire dolore. Nel post intervento si potrà avvertire un leggero pizzicore, arrossamento e gonfiore che potrà permanere per un paio di giorni, con l’esclusione, comunque, di esiti cicatriziali, oltre ad ottenere un rapido recupero. La pelle apparirà fin da subito più tesa e, man mano che si effettueranno le sedute, si otterrà uno sguardo più luminoso.

Come avviene la seduta

Viene applicata una crema anestetica e fatta agire per circa 45 min. Successivamente, dopo aver rimosso l’anestetico, si effettuano con il manipolo, a livello del tessuto palpebrale in eccesso, dei piccoli spot (500 micron) distanziati tra di loro, con conseguente sublimazione di aree puntiformi di pelle, (per sublimazione si intende il passaggio diretto dallo stato solido a quello gassoso o aeriforme). Ciascuno di questi spot, sublima gli strati superficiali della cute senza coinvolgere la lamina basale e senza causare sanguinamento e, cosa più importante, senza causare alcun danno necrotico ai tessuti circostanti e sottostanti. Non vengono applicati punti di sutura, nè medicazioni o cerotti.
L’effetto di retrazione palpebrale si apprezza immediatamente e il paziente durante la seduta viene invitato ad aprire e chiudere gli occhi in modo da ottimizzare il risultato estetico. Allo stesso modo si può trattare la cute attigua sotto la coda del sopracciglio in modo da aumentare l’apertura dello sguardo. Quello che si vede appena terminata la seduta, è lo stesso risultato che si manterrà nel tempo, mesi o anni in base allo stile di vita del paziente.
La seduta dura pochi minuti e il paziente può tranquillamente riprendere la sua attività lavorativa. Per evitare gonfiori e disagi e per ottimizzare il risultato è preferibile suddividere il trattamento in tre quattro sedute, anche se per i casi di lieve entità bastano due sedute.

Dopo il trattamento

Immediatamente dopo il trattamento compariranno delle piccolissime crosticine che cadranno dopo qualche giorno, si può coprire la zona trattata con fondotinta, che ha la doppia funzione di protezione dai raggi UV e di mascherare le crosticine.

A chi può essere utile il trattamento

Questo tipo di intervento è indicato a persone mature di entrambe i sessi ma anche ai giovani che presentano il problema in forma molto lieve, senza affrontare l’intervento con il bisturi. Inoltre a tutti coloro che hanno lo sguardo spento per un eccesso di cute.

Controindicazioni della Blefaroplastica

Il trattamento è sconsigliato a chi soffre di patologie oftalmiche croniche e di fenomeni allergici alle palpebre, in gravidanza, allattamento e nei portatori di pace-maker.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine10-300x200.jpg

Trattamento di dermatocalasi della palpebra superiore, pre e post immediato.

https://www.med4you.it/wp-content/uploads/2019/09/Immagine11-300x200.jpg

Trattamento di dermatocalasi della palpebra superiore. Pre e post a 30 giorni

Rinofiller

Il naso ha un grande impatto nell'aspetto di una persona, trovandosi al centro del viso e armonizzandolo. Moltissime persone oggi ricorrono ai filler per eliminare la gobbetta presente in maniera rapida, indolore e con la possibilità di tornare alla vita quotidiana immediatamente. Il trattamento consiste nell’iniettare acido ialuronico per correggere la forma, in particolare il profilo e ha un effetto naturalissimo. Il risultato è di lunga durata e per poterlo conservare basta ripetere il trattamento dopo alcuni mesi.

Rigenerazione adiposa autologa

Una innovativa tecnica di medicina estetica che non si avvale dell’utilizzo di biomateriali estranei al nostro corpo ma sfrutta la potenzialità delle nostre stesse cellule di autorigenerarsi. Con l’utilizzo di insulina a bassissimo dosaggio, siamo in grado di dare un imput replicativo alle cellule adipose, nonché a quelle muscolari e dermiche così da ripristinare le corrette zone di sostegno dell’epidermide.

Con l’eta o a seguito di importanti dimagrimenti è soprattutto la pelle del viso del collo e del decollete a svuotarsi e a “cadere” verso il basso. Con questa tecnica, ideata dal Prof Victor Garcia dell’Università di Barcellona, e portata poi in Italia dal Prof. Ceccarelli e dal Prof. Varlaro di Roma, siamo in grado di rigenerare i tessuti atrofici e di ridare turgore alla pelle che aveva perso il suo sostegno. Scegliendo questo protocollo, utilizziamo sostanze fisiologiche che danno risultati apprezzabili come potrebbe fare un bioristrutturante o addirittura un filler.

Il trattamento prevede un minimo di 4 sedute (1 alla settimana) seguite da una terapia di mantenimento da valutare in base al soggetto.

Riduzione degli accumuli adiposi con Vitamina C

Mediante l’utilizzo di Vitamina C in una particolare forma osmolare, riusciamo a ridurre gli accumuli adiposi provacando una apoptosi adipocitaria, mandando cioè a morire le cellule adipose in eccesso senza, però, provocare infiammazione, come fanno invece altri prodotti in commercio.

Questa tecnica è utilizzabile su qualsiasi tipo di accumulo adiposo: dalle borse infraoculari, al doppio mento, all’addome, fianchi e gambe. Le iniezioni vengono praticate a distanza di circa 1 cm l’una dall’altra nel tessuto sottocutaneo.

Mesoterapia

La mesoterapia o intradermoterapia consiste nell’iniettare per via intradermica farmaci per il trattamento delle adiposità localizzate, dell’insufficienza venosa o della cellulite.
L’efficacia della terapia intradermica è legata all’azione del farmaco, il presupposto essenziale è la scelta del principio attivo in base ad una precisa diagnosi.
La tecnica consiste nell’utilizzare una siringa ad ago singolo, un angolo d’ingresso di circa 45° ed iniettare nel derma una goccia di farmaco, la distanza tra una iniezione e l’altra deve essere di circa un centimetro.

L’intervallo di tempo tra una seduta e l’altra dipende dal trattamento che si sta eseguendo e dal tipo di farmaco utilizzato.
Per l’adiposità localizzata è sufficiente una seduta a settimana. Come complicanza si possono avere piccole ecchimosi nella regione dell’inoculazione a causa della rottura di un capillare durante l’inserimento dell’ago.
La regione sottoposta a trattamento può apparire rossa ed edematosa dopo qualche minuto, ciò è scatenato dall’azione meccanica dell’ago e dalla reazione a livello dermico dei farmaci utilizzati.
La frequenza ed il numero delle sedute necessarie variano in base alle caratteristiche del paziente e dell’inestetismo da eliminare.

Hair filler

Con la stessa tecnica mesoterapica possiamo inoculare a livello del cuoio capelluto delle sostanze che stimolano la crescita del capello andando a nutrire il bulbo pilifero.

Può essere praticato su uomini e donne sia nei casi di iniziale sfoltimento che nelle alopecie più serie, ottenendo, in entrambi i casi, ottimi risultati.

Il protocollo prevede sedute ripetute 1 volta ogni 7-10 giorni per 4-6 volte. Si fa poi seguire una fase di mantenimento con iniezioni mensili o bimestrali a seconda del caso.

Carbossiterapia

La carbossiterapia consiste nella somministrazione sottocutanea di anidride carbonica, a scopo terapeutico tramite delle piccole iniezioni, con un’apparecchiatura certificata dal Ministero della Salute e in grado di erogare anidride carbonica di tipo medicale in modo controllato con dosaggi e tempi di erogazione ben definiti. Il trattamento è eseguito esclusivamente da un medico.

Ha azione sulla circolazione: il gas determina una vasodilatazione diretta, l’aumento della velocità del flusso sanguigno e l’apertura dei capillari compressi dai liquidi di ritenzione e da cellule adipose di valore o numero eccessive, pertanto il sangue scorre più velocemente, si ha una maggiore ossigenazione dei tessuti, le scorie vengono più facilmente smaltite e i gonfiori, ad esempio delle gambe, si risolvono più rapidamente. Ottimo anche per la guarigione delle ferite e delle ulcere.

L’azione sul grasso consiste nell’effetto lipolitico diretto, reale eliminazione dell’adipe legato all’azione meccanica del flusso del gas, e un effetto lipolitico indiretto legato alla capacità del gas di aumentare la disponibilità di ossigeno ai tessuti e quindi determinare una riattivazione del metabolismo cellulare (si riattivano gli enzimi in grado di sciogliere e riassorbire i grassi).

La carbossiterapia inoltre migliora l’aspetto della pelle che risulta più tonica, più compatta e più luminosa con riduzione degli avvallamenti (per la CELLULITE è il trattamento più efficace).

Non dimentichiamo, infine, anche il suo utilizzo a scopo antalgicoquando vogliamo ridurre il dolore causato da artrosi, contratture muscolari, tendiniti.

L’anidride carbonica è atossica, batteriologicamente pura e non provoca embolia. Non esistono effetti collaterali se non qualche piccolo livido. E’ controindicata in gravidanza, in caso di infarto acuto e di gravi malattie renali e polmonari.

Il numero delle sedute e la scelta della sede di applicazione variano in base alla patologia da trattare.

Curriculum:

Scarica PDF

Contatta la Dottoressa Musso

Richiedi un appuntamento per una visita in studio